Proverbi con significato e spiegazione : Lettera "A"



Abbondanza genera baldanza.
la ricchezza rende sicuri di sé (o rende superbi).

A briccone, briccone e mezzo.
quando una persona si comporta in modo disonesto con noi, è lecito superarlo in disonestà nel trattare con lui.

A buon intenditor poche parole.
a chi mostra di capire non occorre rivolgere troppe spiegazioni. (Si dice spesso in tono di minaccia o in tono ironico.

A can che lecchi cenere non gli affidar farina.
il fatto che una persona si accontenti di poco quando non ha di meglio non significa che essa non sia disposta ad approfittare di una situazione vantaggiosa.

A caval donato non si guarda in bocca.
non è lecito criticare ciò che ci è stato offerto in dono. (Con allusione al fatto che l'età, e quindi il valore del cavallo si può stabilire dall'esame della sua dentatura.)

Accade in un'ora quel che non avviene in mille anni.
in un tempo brevissimo possono verificarsi circostanze che fanno precipitare una situazione che sembrava immutabile.

A chi dai il dito si prende il braccio.
il fare una concessione anche modesta sembra autorizzare ad arrogarci anche ciò che non ci spetta.

A chi Dio vuol bene, manda delle pene.
secondo il concetto cristiano le sofferenze sono inviate da Dio all'uomo perché egli si purifichi nella rassegnazione.

A chi è affamato ogni cibo è grato.
chi ha fame è disposto a mangiare qualsiasi cibo; in senso figurativo chi si trova nel bisogno è disposto ad accettare qualunque aiuto, qualunque lavoro.

A chi ha fortuna il bue gli fa un vitello.
si usa per dire che chi è fortunato riesce a trovare vantaggi anche nelle situazioni più impensate.

A ciascuno piace il suo.
tutti trovano belle e piacevoli le proprie cose, per modeste che possano essere.

A confessore, medico e avvocato non tenere il ver celato.
è cosa sacrilega tenere nascoste le proprie colpe al confessore, ed è contrario al nostro stesso interesse nascondere la verità al medico curante e all'avvocato che si assume la nostra difesa.

Acqua che corre non porta veleno.
l'acqua corrente di fiumi e ruscelli non si corrompe, come invece avviene per l'acqua stagnante.

Acqua cheta rompe i ponti.
bisogna guardarsi dalle persone apparentemente non aggressive perché spesso lavorano segretamente ai nostri danni.

Acqua passata non macina più.
è inutile recriminare sulle occasioni perdute; è inutile rivangare il passato.

Ai cavalli magri vanno addosso le mosche.
le disgrazie capitano a chi ne ha già; contro chi è povero o sventurato la gente è incline a infierire.

Ai macelli van più bovi che vitelli.
le persone che si ritengono o che dovrebbero essere più esperte cadono più spesso nei pericoli.

Ai più tristi porci vanno le migliori pere.
la gente peggiore finisce per avere maggiori favori.

Aiutati che il ciel t'aiuta.
per dire che chi si impegna nell'azione raggiunge il successo.

Albero che non frutta, taglia taglia.
gli alberi da frutta che non ne producono devono essere abbattuti; in senso figurativo la situazione o le persone improduttive devono essere eliminate.

Albero spesso trapiantato mai di frutti è caricato.
l'albero soffre nel trapianto e ciò si traduce in una minore produzione di frutti; in senso figurativo una persona che sia costretta a trasferirsi spesso non riesce a inserirsi proficuamente nel nuovo ambiente.

Al bugiardo non si crede il vero.
le persone che hanno fama di bugiarde non vengono credute neppure quando dicono la verità.

Al cantare l'uccello, al parlare il cervello.
così come gli uccelli si identificano attraverso il loro canto, l'intelligenza delle persone si giudica da quello che esse dicono.

Al cieco non giova pittura, color, specchio o figura.
è assolutamente inutile dare insegnamenti e consigli a colui che non ha la capacità mentale di assimilarli.

Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere.
si usa per dire che il formaggio è buono mangiato con le pere, come ben sanno i contadini.
(In origine tuttavia significava che è inutile fare il misterioso con persone che conoscono benissimo determinati segreti.)

Al ladro fa paura anche il sorcio.
come al ladro che penetra in una casa per rubare fa paura anche il rumore di un topo, così alla persona che sa di essere in colpa e che teme perciò di essere scoperta ogni minima cosa suscita apprensioni.

Al morto non si fa torto.
non si deve offendere la memoria di un morto, o comunque parlarne male, in quanto non si può difendere.

Al più potente cede il più prudente.
contro la forza non valgono prudenza e intelligenza.
(Si dice però anche all'opposto. (al più prudente cede il più potente.)

Al primo colpo non cade la quercia.
non si può pretendere di avere subito successo, ma si deve continuare con costanza.

Altri tempi, altri costumi.
è inutile citare ad esempio le usanze del passato, che non sono più conformi alle esigenze del presente.

Ama chi t'ama e rispondi a chi ti chiama.
contraccambia l'affetto e la stima delle altre persone e mostrati disposto a intrecciare nuove relazioni con cordialità.

Ambasciator non porta pena.
gli ambasciatori godono del privilegio dell'immunità.
(Si usa per dire di qualcuno, cui per incarico di altri si riferisce qualcosa di spiacevole, di non tenerci responsabili di quanto gli si è riportato.

Amicizia riconciliata, piaga mal saldata.
rare volte una riconciliazione tra amici è pienamente sincera e duratura.

Amico beneficato, nemico dichiarato.
un amico che abbia ricevuto dei benefici spesso si allontana da noi per non doverli ricambiare o mostrare gratitudine.

Amico di tutti, amico di nessuno.
chi si afferma amico di tutti non è capace di legarsi di vera amicizia con alcuno.

Amor di signore e vin di fiasco.
se la mattina è buono la sera è guasto, il favore dei potenti è assai incostante, così come il vino di qualità corrente si conserva pochissimo.

Amore e signoria non voglion compagnia.
il dover condividere il potere e l'amore di una persona porta a gelosie e rivalità reciproche.

Anche il verme ha la sua collera.
anche la persona considerata più umile e più innocua può reagire in modo violento e pericoloso.

A nemico che fugge ponti d'oro.
bisogna essere disposti a fare concessioni a un avversario che manifesti l'intenzione di cederci il campo.

A nessuno piovono le lasagne in bocca.
è sempre necessario darsi da fare per ottenere dati vantaggi, o semplicemente per guadagnarsi da vivere.

Anno bisesto, anno senza sesto.
allusione alla superstizione di antica origine per cui ogni anno bisestile porterebbe sciagure e sconvolgimenti.

Anno di neve, anno di bene.
le abbondanti nevicate sono presagio di buon raccolto di grano.

A ogni uccello il suo nido è bello.
a ciascuno sembra bella e comoda la propria casa per quanto modesta sia.

A padre avaro, figlio prodigo.
spesso i figli sono portati a dissipare le ricchezze ereditate da un padre avaro, quasi per una rivalsa delle restrizioni subite in gioventù.

Aprile non ti scoprire.
il clima di aprile è incostante, ed è perciò pericoloso indossare abiti leggeri credendo che il bel tempo sia destinato a durare.

April piovoso, maggio ventoso, anno fruttuoso.
il raccolto del grano è buono se in aprile piove e in maggio prevalgono le giornate di vento.

A quattrino a quattrino si fa il fiorino.
risparmi anche modestissimi ma continuati permettono di ammassare capitali notevoli.
(Si allude probabilmente al fiorino toscano da 100 quattrini.

A questo mondo chi nuota e chi va in fondo.
nella vita c'è chi sa mantenersi a galla e chi invece, per insipienza o per cattiva sorte, resta sopraffatto.

A questo mondo si è incudine o martello.
destino dell'uomo è di opprimere o di essere oppresso, di comandare o di ubbidire.

Arco di sera, bel tempo si avvicina.
Arco di mattina, riempie la marina.

l'arcobaleno che appare di sera è considerato presagio di bel tempo; quello che appare nelle prime ore del giorno, di piogge torrenziali.

Aria di finestra, colpo di balestra.
le correnti d'aria possono essere molto pericolose per la salute.

A rubar poco si va in galera, a rubar tanto si fa carriera.
mentre la sorte comune dei ladruncoli è quella di finire in prigione, chi si arricchisce illecitamente approfittando del suo ufficio giunge a posizioni elevate ed è stimato.

A San Benedetto la rondine sotto il tetto.
per il giorno di San Benedetto (21 marzo) le rondini sono di ritorno nei nostri paesi e tornano a occupare i loro nidi dell'anno precedente dando così indizio dell'avvento della primavera.

Asciutto il piede e calda la testa, e per il resto vivi da bestia.
norma igienica fondamentale è quella di tenere i piedi asciutti e la testa coperta.

Asino di natura chi non sa leggere la sua scrittura.
il colmo dell'ignoranza è quello di non saper rileggere ciò che si è scritto di proprio pugno.

Aspetta il porco alla quercia.
ogni persona ha il proprio punto debole, a causa del quale finisce per tradirsi.

Assai è ricco a chi nulla manca.
chi ha il necessario e si accontenta del suo stato, e perciò non desidera quello che non ha, è come se fosse ricco.

Assai sa chi tacer sa.
chi sa tacere al momento opportuno, o chi riesce a non rivelare la propria ignoranza, dà prova di saggezza.

A tavola non si invecchia.
detto per invitare a trattenersi a tavola, affermando che il piacere che si ritrae dalla buona cucina e dalla compagnia dei commensali allontana le preoccupazioni e tiene così lontano la vecchiaia.

A testa bianca, spesso cervello manca.
non sempre l'età avanzata e i capelli bianchi portano con sé l'acquisto di esperienze e di saggezza.

A tutto c'è rimedio fuorché alla morte.
anche alle situazioni apparentemente più disperate si può trovare un rimedio; soltanto la morte è irrimediabile.

Aver sentito dire è mezza bugia.
chi riferisce per sentito dire si espone a essere smentito; in altro senso, chi afferma di riferire una diceria vuole invece diffondere una menzogna senza assumersi la responsabilità di ciò che dice.

A veste logorata poca fede vien prestata.
si è portati a disprezzare o a sottovalutare le persone che si presentano in aspetto povero o dimesso.

Proverbi con altre lettere dell'alfabeto


TOP